Archive for the ‘personaggi’ Category

Lullaby in white

lunedì, dicembre 7th, 2015
lullaby-in-white

Forse tutto questo non è che una bugia che racconto a me stesso, frammenti di specchio scelti con cura per il riflesso che danno. Ma voglio credere a ciò che ricordo, perché ognuno ha bisogno di una storia e questa è la migliore che possiedo.

Perché ancora adesso, pensarti mentre scendi agli inferi per salvarmi è come respirare aria pulita dopo un incendio.

Perché il tuo Orfeo è un musicista di strada, forse, e la mia Euridice ha giocato con il serpente, ma ognuno dà alle proprie favole il finale che vuole. E in questo finale io e te non ci perdiamo per sempre, ma corriamo per strade buie e abbiamo il cielo dalla nostra parte, e tu non hai bisogno di non voltarti per dimostrare al destino di essere forte – ti giri a sorridermi e c’è il verde nei tuoi occhi, c’è tutto un futuro impossibile che forse vibra ancora, trasparente e intero, da qualche parte.
(continua…)

0

Solo il resto del mondo

venerdì, novembre 6th, 2015
solo-il-resto-del-mondo

Edward mi toccava soltanto con gli occhi e c’era qualcosa, nello spazio tra la nostra pelle; un coltello leggero, uno sguardo affilato.
Ho conosciuto il fuoco, sulla carne – ferro ardente e disprezzo, lo sai, l’hai sentito. Ma niente è mai andato più a fondo di quello. Del mio nome inciso dalla sua voce – un marchio invisibile, come di pioggia o lacrime.
Sono passati anni, da quando l’ho perso. Anni da quando mi ha sorriso, e detto che andava tutto bene, che tutto era giusto; detto che ero bello, e forte, e prezioso, e che non c’era spazio per me nel suo regno. Non poteva darmi più nemmeno un angolo.
Soltanto Parigi. Solo il resto del mondo.

(continua…)

0

Fire painting – Steve Spazuk

mercoledì, novembre 4th, 2015

Credo che Rowan si sia innamorato.

(continua…)

0

Perhaps an angel

venerdì, ottobre 23rd, 2015
perhaps-an-angel

Perhaps an angel looks like everything
We have forgotten, I mean forgotten
Things that don’t seem familiar when
We meet them again, lost beyond telling,
Which were ours once.

John Ashbery, “Self-Portrait In A Convex Mirror”

0
Posted in Bjorn, poesie, samuel |

Foto proposta Daniel II

lunedì, ottobre 19th, 2015
foto-proposta-daniel-ii

XDDDDDD

La somiglianza con Raven si fa sempre più marcata =))))

(continua…)

2
Posted in cazzate, daniel |

The most beautiful part

domenica, ottobre 18th, 2015
the-most-beautiful-part

The most beautiful part of your body
is where it’s headed. & remember,
loneliness is still time spent
with the world.

Ocean Vuong, “Someday I’ll Love Ocean Vuong,”

[Perché l'intera poesia è così Björn da farmi piangere, e al tempo stesso così privata e personale che postarla intera sarebbe appropriazione indebita, quasi una violazione.]

1
Posted in Bjorn, poesie |

We were emergencies

giovedì, ottobre 15th, 2015
we-were-emergencies

[Perché è una poesia che ho in testa da un po', in relazione a Vivian. E perché oggi rileggendo i vecchi capitoli per correggerli ed eliminare incongruenze con la nuova versione mi sono imbattuta in un'interazione con Carlos che non ricordavo per niente e che mi ha lasciato un po' di ghiaccio dentro.

Penso che fosse colpa mia, in parte, del fatto che non ne avevo misurato del tutto le implicazioni - perché in sostanza penso di aver misurato ben poco, quando abbiamo iniziato a scrivere la Rosa, e probabilmente mi mancavano anche gli strumenti per farlo. Ma mi ha fatto tenerezza accorgermi quanto è cambiato nel tempo. Quando sta meglio. Anche se continua a far male e certe cose mai passeranno del tutto e ha ancora tanta strada davanti, e probabilmente più di un capitombolo. Ma è nella direzione giusta, credo. E a volte è come rivedi certe foto: ti accorgi di quanto si cambia solo guardando indietro.]

We were emergencies

We can stick anything into the fog
and make it look like a ghost
but tonight
let us not become tragedies.
We are not funeral homes
with propane tanks in our windows,
lookin’ like cemeteries.
Cemeteries are just the Earth’s way of not letting go.
Let go.

Tonight
let’s turn our silly wrists so far backwards
the razor blades in our pencil tips
can’t get a good angle on all that beauty inside.
Step into this
with your airplane parts.
Move forward
and repeat after me with your heart:

“I no longer need you to fuck me as hard as I hated myself.”

Make love to me
like you know I am better
than the worst thing I ever did.
Go slow.
I’m new to this.
But I have seen nearly every city from a rooftop
without jumping.
I have realized

that the moon
did not have to be full for us to love it,
that we are not tragedies
stranded here beneath it,
that if my heart
really broke
every time I fell from love
I’d be able to offer you confetti by now.

But hearts don’t break,
y’all,
they bruise and get better.
We were never tragedies.
We were emergencies.
You call 9 – 1 – 1.
Tell them I’m having a fantastic time.

Buddy Wakefield

4
Posted in poesie, vivian |

Foto proposta Daniel

lunedì, ottobre 12th, 2015
foto-proposta-daniel

Chiedo perdono ma David non ha resistito.
Sotto cut, che è meglio =)

(continua…)

4
Posted in daniel |

Tempo di seconda mano

venerdì, ottobre 9th, 2015
tempo-di-seconda-mano

Il fatto che *proprio adesso* una scrittrice russa balzi alle cronache per aver vinto il Nobel per la letteratura è cosa curiosa.
Parecchio.
Vuol proprio dire che bisogna che io venga a patti con la mia antica sempre snobbata ma inestinguibile (a quanto pare) passione per la Russia comunista.
E che magari ne cerchi tracce anche qui:

Perchè Micol, la cosa di Terzani è poi finita troppo a est.  Trattandosi di lui, c’era da aspettarselo. Ho rischiato di sconfinare in Cina almeno ogni due pagine.^^ Però cazzo. Non smettevo più di leggere, praticamente.^^

1

Running out of lullabies

giovedì, ottobre 1st, 2015
running-out-of-lullabies

Abbiamo pubblicato oggi su EFP il prologo di RUNNING OUT OF LULLABIES, che già avevamo caricato su LJ circa tre anni fa.

Questo perchè abbiamo ripreso in mano la side, attualmente mancano da scrivere giusto i capitoli finali. Il resto è pronto. E stavolta crediamo di poter dire, con un’ottimo margine di sicurezza, che la storia verrà pubblicata interamente fino alla sua conclusione. Il che, insomma – dati i precedenti – per noi è già un traguardo.^^

Saranno più o meno 11 capitoli + un prologo, il tutto intercalato da parti più liriche e introspettive che avranno la voce di Rowan  e che parleranno da un futuro corrispondente all’incirca al periodo della Rosa.  La side è ambientata un anno dopo Drenched, invece.  Lo scenario, è Parigi.

Per chi fosse interessato, il link a LJ è questo. (Su LJ è già pubblicato anche il primo capitolo.) Il banner qua sotto, invece,  porta al prologo su EFP.

Aggiornamenti previsti ogni 4/5 giorni.

0

This site employs the Ravatars plugin.